Le Nostre Birre - degustazione

Degustare una birra significa valutarne le sue caratteristiche in termini sensoriali. Gli esami ai quali sottoporre una birra sono tre: visivo, olfattivo e gustativo.

L'esame visivo a sua volta si suddivide in tre caratteristiche di analisi, ovvero il colore, la limpidezza e la spuma.

Nelle degustazioni professionali il colore viene descritto tramite una precisa scala di intensità cromatica, mentre amatorialmente si possono usare aggettivi. Si va dal paglierino, dorato o biondo brillante delle lager comuni e delle wiezen filtrate. Si può incontrare l'ambrato, con tonalità chiare per wiezen non filtrate o più scure, rossastre, per le doppio malto poco tostate o ramate per le pale. Bruno per le trappiste e abbazia, nere per le stout, alcune porter e doppelbock. Nelle birre non filtrate si possono notare velature, opacità dovute ai lieviti ancora in sospensione. Il colore di una birra è molto importante, da esso si possono dedurre molte cose sulla sua tipologia e preparazione.
La limpidezza non è necessariamente un pregio ma una caratteristica. Ogni birra ha il suo grado di limpidezza e una buona conservazione della birra lo dovrebbe preservare.
Ogni birra ha anche il suo tipo di spuma, la sua qualità oltre che dalla produzione della birra viene determinata anche dalla qualità del servizio e della spillatura

L'esame olfattivo invece è molto meno definito. Si incentra sulla ricerca di aromi e profumi che la birra sprigiona. Dopo aver recepito un aroma, se ne deve descrivere l'intensità e la persistenza. Si può parlare anche di qualità, fine comune o grossolana. Una volta descritti gli aromi, si va a dare un giudizio sull'equilibrio aromatico della birra, e sulle sue caratteristiche olfattive nel generale

Passati i primi due esami si procede con l'assaggio. La caratteristica principale della birra da prendere in analisi è in questo caso l'amarezza, non a caso descritta da una scala ben precisa, la Ibu (international bitterness unit). Questa viene data principalmente dalla presenza di luppoli e dalla loro interazione con i malti, che invece tendono ad addolcire. La personalità della birra viene anche dal suo "retrogusto" e dalla persistenza di tale caratteristica, che è una comunione di analisi olfattiva e gustativa.

Impazienti di "degustare"? Le nostre birre non aspettano altro che i vostri palati

Iscriviti alla newsletter del Vecchio Birraio per ricevere notizie ed offerte!
  • carote
  • donne
  • produzione di birra